Bologna – Candidato pro Lega usa un seducente lato ‘b’ sui manifesti

mario turrini foto sedere donna manifesto elezioni 2016 bologna
Mario Turrini (che sostiene il candidato sindaco della Lega Nord a Bologna) ha scelto un sedere di donna come foto sui manifesti

Se le femministe insorgeranno contro il manifesto di Mario Turrini, avranno ragioni da vendere. L’uomo è in corsa alle elezioni comunali di Bologna in una lista che sostiene il candidato sindaco della Lega Nord, peraltro una donna: Lucia Bergonzoni. E ha usato un bel fondoschiena per far in modo che almeno qualcuno leggesse la sua propaganda. Non deve avere molta fiducia nei suoi mezzi né nelle sue idee. Scommettiamo che qualche ‘bru bru’ lo vota comunque?

10 MAGGIO 2016

di Redazione

BOLOGNA – Il trucco di un candidato alle Comunali di Bologna, Mario Turrini, scatena la protesta delle donne e delle associazioni femministe. Che hanno straragione, perché l’aspirante consigliere ha fatto affiggere manifesti elettorali particolari: nello spazio dedicato alla foto del candidato c’è infatti un sedere femminile. E che sedere, tanta roba! Di chi sia non è stato reso noto. In compenso Turrini, rivolgendosi direttamente agli elettori, è riuscito persino a peggiorare la sua poco edificante performance: “La foto è servita per attirare la tua attenzione, altrimenti non l’avresti mai letto”. Aggiungendo: “Se vinco faccio la foto girata”. Insomma, un campione di eleganza.

Le reazioni

Poche per la verità, anzi quasi nessuna. Al netto di qualche rappresentante delle associazioni femministe, che ha postato un paio di commenti su Facebook, la trovata di Turrini non sembra essere stata presa sul serio. Stupisce tuttavia che neppure il candidato sindaco sostenuto da Turrini, la leghista Lucia Bergonzoni, abbia proferito verbo. Cosa ne pensa una donna sull’uso del sedere femminile per accaparrarsi il voto di quattro deficienti? Non è dato sapere.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO