Il vicecomandante dei vigili di Ossona e Casorezzo, nel Milanese, investe un ciclista mentre torna a casa dopo il turno. Patente sospesa per l’agente, in attesa di accertare la dinamica degli eventi

12 DICEMBRE 2017

di Riccardo Sala

CASOREZZO-OSSONA (MILANO) – Ci sono momenti in cui anche alle forze dell’ordine capita di passare sull’altra ‘barricata’. Come è successo al vicecomandante della Polizia locale Francesco Pianura, a cui è stata sospesa la patente di guida dopo un grave incidente che ha coinvolto l’auto dell’agente e un anziano di Ossona, nel Milanese.

I fatti

Era il pomeriggio di martedì 5 dicembre, quando il vicecomandante, terminato il turno nel comando centrale di Casorezzo, si apprestava a tornare a casa, a Ossona. Importante sottolineare che Pianura viaggiava in borghese, avendo terminato il turno, e con l’automobile privata. Giunto nei pressi della piazza principale di Casorezzo, però, Pianura ha accidentalmente colpito l’anziano ciclista ossonese Z.C., anch’egli diretto a casa. Il pensionato è stato sbalzato e ha riportato danni importanti. Pianura ha immediatamente fermato l’auto e prestato soccorso, chiamando l’ambulanza, anche se ormai il danno era fatto.

Il ricovero in ospedale

La vittima è stata poi portata all’ospedale Fornaroli di Magenta in codice giallo, malmessa ma non in pericolo di vita. I medici del nosocomio hanno refertato una prognosi di 60 giorni per le molte fratture riportate dal paziente. L’anziano è stato inoltre operato d’urgenza all’anca e al gomito, due punti in cui le ossa si erano spostate dalla normale sede. Tuttora l’anziano è ricoverato in ospedale, in attesa che si riprenda almeno quel tanto che basta per tornare a casa.

Patente sospesa

Ancora da chiarire le circostanze del fatto, ma la ‘colpa’ dell’incidente non sembra ricadere totalmente sul vicecomandante, considerati i problemi viabilistici nel centro di Casorezzo. Vedremo. Tuttavia, la gravità dell’incidente ha fatto sì che venisse automaticamente predisposto il fermo immediato della patente, in attesa che le circostanze vengano chiarite del tutto. Insomma, per le prossime settimane Pianura dovrà limitarsi al lavoro d’uffcio e occupare il posto del passeggero nelle attività di pattuglia.

Parla il vigile

Abbiamo incontrato lo stesso Pianura per commentare l’episodio: “Preferirei non parlarne, perché è un fatto delicato, nonché accaduto alla mia persona fuori dall’orario di lavoro e sul veicolo di mia proprietà. Il mio ruolo pubblico non c’entra in questa situazione. Se influirà sul mio lavoro? No di certo, perché mi occupo tanto di lavoro d’ufficio e perché gli agenti non girano mai da soli nei pattugliamenti”.