I Carabinieri perquisiscono la casa del giovane studente, dove trovano soldi e droga. Arrestato e condannato per direttissima, si trova ora ai domiciliari coi genitori

10 FEBBRAIO 2018

di Redazione

CORBETTA (MILANO) – Di giorno studente quasi modello, di sera spacciatore nella sua cittadina, Corbetta, nel Milanese. Questa, secondo i carabinieri, la doppia vita di un 18enne, arrestato settimana scorsa con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I fatti

I militari hanno fermato il neo maggiorenne in una via del centro del paese, nel corso di una normale attività di controllo del territorio. Addosso gli hanno trovato alcune dosi di marijuana: a questo punto i Carabinieri hanno deciso di portarlo a casa e di perquisire l’abitazione, dove il ragazzo vive con i genitori. In casa, gli investigatori hanno trovato oltre 300 grammi di droga leggera (quasi tutta marijuana), oltre a 2.000 euro in contanti, che secondo i Carabinieri sono frutto dell’attività di spaccio; sequestrati anche due bilancini di precisione, probabilmente utilizzati per confezionare le dosi di droga.

L’arresto

Al termine della perquisizione domiciliare, i Carabinieri hanno arrestato il 18enne. Il ragazzo è stato processato e condannato per direttissima, ma il giudice, anche in considerazione del fatto che fosse incensurato e della giovane età, gli ha subito concesso gli arresti domiciliari.

I COMMENTI