Due fratelli kosovari, residenti a Magenta, nel Milanese, arresti per spaccio a Vittuone. Le voci ricorrenti sui rapporti intimi con donne facoltose in cambio di regali

di Redazione

MAGENTA-VITTUONE (MILANO) – Due fratelli, entrambi residenti a Magenta, nel Milanese, sono stati arrestati nella vicina Vittuone dai carabinieri della stazione di Sedriano al termine di un’attività investigativa in corso da alcune settimane.

I fatti

I due cittadini kosovari (uno di 31 anni e l’altro di 21), in Italia con regolare permesso di soggiorno, celibi, nullafacenti e incensurati, sono stati sottoposti a perquisizioni personali e domiciliare. Il fratello maggiore veniva trovato in possesso di 20 grammi di cocaina già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione e il relativo materiale per il confezionamento, mentre il minore veniva sorpreso nei pressi del proprio domicilio, mentre tentava la fuga con la somma contante di 3.000 euro in tasca, suddivisa in banconote di piccolo taglio, verosimilmente riconducibili all’attività di spaccio.

Il gossip

A margine della notizia di cronaca, raccogliamo anche un piccolo gossip: pare che uno dei due fratelli fosse un abituale frequentatore di alcune donne facoltose della Magenta ‘bene’, con le quali intratteneva anche rapporti intimi in cambio di favori e regali. Nulla di illegale, per carità.

L’arresto

I due fratelli venivano arrestati in flagranza di reato e ora si trovano nel carcere di San Vittore, a Milano, in attesa dell’interrogatorio per la convalida del fermo.