Un gruppo di adolescenti di Ossona, nel Milanese, inventano una stupidissima “prova di coraggio” e provocano un grave incidente

2 LUGLIO 2018

di Riccardo Sala

OSSONA (MILANO) – Si sdraiano sulla Provinciale 34 per alcune decine di secondi, a volte per diversi minuti, per far colpo sugli amici e sulle ragazze. L’obiettivo è rimanere sull’asfalto il maggior tempo possibile, per poi alzarsi e tornare a bordo strada appena prima dell’arrivo di un’automobile. E’ questa la nuova follia collettiva delle compagnie di ragazzini di Ossona, nel Milanese, che nelle ultime ultime settimane sono state viste sempre più spesso dar sfogo alla sete di emozioni sull’arteria principale che costeggia la città.

L’incidente

L’ultima volta nel pomeriggio di giovedì scorso, una bravata che ha rischiato di trasformarsi in tragedia. Un gruppetto di adolescenti, composto da ragazzi e ragazze, si era infatti appostato sulla Provinciale 34 a sud di Ossona. A un certo punto i maschietti hanno iniziato a sdraiarsi in mezzo alla carreggiata, fin quando uno di questi ha atteso troppo e ha costretto un’auto in arrivo a evitarlo. Il mezzo ha sterzato vigorosamente ed è uscito di strada, strisciando muso e fiancata contro il guard rail. E’ solo per miracolo che il conducente sia riuscito a mantenere l’auto stabile ed evitare un violento schianto contro le protezioni in metallo.

Indaga la Polizia locale

L’episodio è stato segnalato alla Polizia locale di Ossona, la quale non ha potuto far altro che prendere atto dell’abitudine rischiosa. Ormai è un dato di fatto che stia prendendo piede questa assurda variante a costo zero della famosa ‘roulette russa’, tanto stupida quanto pericolosa per chi la mette in pratica. Per aumentare il rischio e quindi il prestigio all’interno delle compagnie di amici, infatti, a volte questo tipo di competizioni si svolge di notte, con la possibilità concreta che auto e camion non si accorgano dei ragazzi e li travolgano senza neanche avere il tempo di accorgersi dell’ostacolo. I rischi della pratica non sono solo per i dissennati adolescenti: come successo giovedì scorso, le auto, nel caso i ragazzini esitino troppo nell’abbandonare la carreggiata, possono essere costrette a inchiodare o a sterzare violentemente per evitare di travolgere gli incauti giovani. Insomma, si tratta di un’abitudine pericolosissima a cui mettere fine il più presto possibile, prima che ci scappi il morto.

I COMMENTI