Una furiosa lite in un condominio di Vittuone, nel Milanese, finisce in tragedia: l’aggressore aveva precedenti penali

4 AGOSTO 2018

di Francesca Ceriani e Francesco Bagini

VITTUONE (MILANO) – E’ finita in tragedia la lite avvenuta questa mattina a Vittuone, nel Milanese, verso le 10, nei pressi della stazione, in via Nino Bixio. Un albanese di 46 anni, D.A., è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio: dopo una violenta discussione l’uomo ha aggredito i suoi vicini di casa ferendoli gravemente.

I fatti

Il 46enne da tempo non viveva più nell’appartamento di via Nino Bixio, ma questa mattina l’uomo, assieme al figlio, si è recato nella sua ex abitazione per ultimare il trasloco. Mentre portava fuori i mobili, senza alcun apparente motivo, l’uomo, che soffre di problemi psichici e ha precedenti penali per violenze sulla ex moglie (il Tribunale ha emesso nei suoi confronti il divieto di avvicinarsi alla casa dell’ex compagna), ha iniziato ad imprecare. La vicina di casa, A.A., 71 anni, è uscita sul pianerottolo pensando che l’uomo ce l’avesse con lei. L’uomo e i suoi dirimpettai, infatti, avevano avuto qualche dissidio in passato: i due anziani vicini avevano più volte aperto la porta di casa alla moglie e ai figli dell’uomo quando quest’ultimo dava in escandescenza. Vedendo la vicina sul pianerottolo il 46enne, che non ha mai accettato il fatto che i vicini aiutassero l’ex moglie, ha perso la testa e, nonostante il figlio cercasse di calmarlo, ha colpito con tre pugni l’anziana donna e ha spinto giù dalle scale il marito, R.A.,75enne, con problemi cardiaci e in grado di muoversi solo con l’ausilio di una stampella, accorso nel tentativo di difendere la moglie.

Le condizioni dei vicini

I due anziani coniugi sono stati elitrasportati all’ospedale San Gerardo di Monza. Il pensionato, cadendo, ha battuto la testa, ha perso i sensi e ha iniziato a sanguinare copiosamente dalla brutta ferita riportata; trasportato in codice rosso, si trova ora ricoverato in gravi condizioni. La moglie, invece, trasportata in codice giallo, non sarebbe grave. Sul luogo della lite sono intervenuti una volante dei Carabinieri, una autoambulanza e l’elisoccorso che ha parcheggiato nel parco vicino all’asilo nido, in via De Gasperi. L’uomo, intanto, pensando di aver ucciso il 75enne, si è recato presso la caserma dei Carabinieri di Sedriano per costituirsi. Si trova ora in stato di fermo con l’accusa di tentato omicidio. Fuori dal condominio di via Nino Bixio si trovano ancora gli elettrodomestici che la ditta di traslochi avrebbe dovuto portare via.

 

 

 

I COMMENTI