A Busto Garolfo, nel Milanese, sorgerà l’ennesimo inutile supermercato. Sarà grande di 4.000 metri quadri: un’altra area verde sarà cementificata

31 GENNAIO 2018

di Lorenzo Rotella

BUSTO GAROLFO (MILANO) – Tramite un documento pubblicato nei giorni scorsi dal Comune di Busto Garolfo, la giunta ha informato i cittadini che nell’area verde dell’incrocio tra la Strada Provinciale 12 e via Arconate sorgerà una maxi struttura commerciale. La decisione intorno all’area è stata presa e verbalizzata ufficialmente il 9 gennaio. Del resto, l’intero terreno era stato inserito all’interno del Piano di Governo Territoriale redatto anni fa dalle precedenti amministrazioni comunali, ed era destino che, prima o poi, qualcuno intervenisse.

L’assessore di Rifondazione Comunista era contrario: ora cambia idea

Tuttavia, fa anche riflettere che il piano di progettazione per l’edificio sia stato presentato e approvato da un’amministrazione di centrosinistra. Rifondazione Comunista era infatti contraria all’inserimento di una struttura commerciale. E Giovanni Rigiroli, assessore ai Lavori Pubblici e mlitante del partito, aveva seguito quella linea di pensiero. I tempi per la realizzazione di quel supermercato, però, cominciavano a essere stretti: dopo l’approvazione del pgt, sulla questione si tribolava ormai da tre anni. E davanti alla possibilità di offrire un servizio in più alla cittadinanza, nonché a un potenziale guadagno per la cessione del terreno e la costruzione dell’immobile, l’amministrazione attuale non se l’è più sentita di tirare la corda. Comprensibile a livello economico, poiché secondo le prime valutazioni si tratterebbe di un’opera da 2 milioni di euro, ma non coerente a livello politico.

Parla il progettista del centro commerciale

Per il momento, a parte il via libera per procedere alla realizzazione del centro commerciale, non giungono altre informazioni, poiché tempistiche e costi dei lavori devono ancora essere discussi. E’ quanto dichiara l’architetto Lorenzo Bocca, progettista del supermercato in essere: “Il piano è ancora in fase di autorizzazione, una procedura burocratica necessaria per passare, infine, al cantiere e all’inizio dei lavori. Quella zona, da anni, era stata inserita nel pgt di Busto Garolfo come ‘area commerciale’. Si trova all’incrocio della Strada Provinciale 12 con via Arconate, nel punto dove peraltro si costruità l’ormai nota rotatoria”. Il progetto, annunciato a settembre, prevede la realizzazione di due rotonde da inserire nell’incrocio, per agevolare il traffico. La somma stimata per i lavori era pari a 730.000 euro.

Inizio dei lavori previsto in tarda primavera

Bocca prosegue nella spiegazione: “Si andrà a intervenire per un decimo su un’area grande complessivamente 40.000 metri quadri, per realizzare una struttura commerciale con altri piccoli servizi da valutare. Sicuramente, una simile operazione risolverà molti problemi di carattere urbanistico, poiché molte abitazioni affacciano sul nulla e i residenti della zona beneficeranno senz’altro di un supermercato. Inoltre, verrano realizzate anche diverse aree verdi”. Sulle tempistiche e i costi ufficiali, per ora, massimo riserbo: “A primavera inoltrata si saprà qualcosa di più. Posso solo dire che si tratta di un’azienda di distribuzione commerciale”.

I COMMENTI