Politica&Giustizia – L’impero Mantovani: 10 società e 8 coop, tutti i nomi

mario mantovani indagato peculato
L'ex vicegovernatore della Lombardia, Mario Mantovani (Forza Italia), è di nuovo indagato: l'accusa è peculato.

La Procura di Milano accende i fari sull’impero socio-finanziario del politico pluri indagato di Forza Italia: 10 società, 8 tra Onlus e cooperative, 3 associazioni. Le cariche sociali, per i magistrati, sono state affidate ad amici, parenti e fedelissimi

27 NOVEMBRE 2017

di Ersilio Mattioni

MILANO – Nelle carte dell’ultima inchiesta su Mario Mantovani (che vede indagato il politico, sua moglie e altre 8 persone per peculato e false fatturazioni) spunta uno schema che pubblichiamo in esclusiva: è l’organigramma dell’impero dell’ex senatore di Forza Italia. La Procura di Milano ritiene che questo regno socio-finanziario – composto da 10 società, 8 tra cooperative e onlus, 3 associazioni – sia tutto riconducibile all’ex senatore ed ex sindaco di Arconate, che lo controlla pur senza rivestire cariche sociali attraverso amici, parenti e fedelissimi.

(CLICCA SUL DOCUMENTO PER INGRANDIRE)impero mario mantovani

Le Onlus

Le onlus e le cooperative sono 8. La prima è la storica Sodalitas: presidente Lorenzo Pobbiati e nel Cda Giuseppe Bandera e Michele Franceschina. Poi c’è Fondazione Mantovani: presidente monsignor Sergio Salvini e nel Cda Marisa Colli e Massimo Gualdoni. In Nova Sodalitas troviamo Gabriella Calloni (presidente), Maria Carla Poretti (che lavora per la famiglia Mantovani con funzioni di cuoca e governante) e Daria Chiodini. In Sodalitas 2000 sempre Gabriella Calloni (presidente), Marco Pinotti, Ugo Zorzi e Carmen Colombo Galli (ex sindaco di San Vittore Olona). In Sodalitas Victoria il presidente è Angela Gorla (storica segretaria di Mantovani), mentre nel Cda ci sono Giovanni Gualdoni e Simone Zorzi. Chiude il cerchio Sodalitas Milano: presidente Antonio Pisano, nel Cda Marco Cerruti e Giuseppe Gambino (Bandera, Colli, Poretti, Chiodini, Pinotti, Zorzi, Galli, Cerutti e Gambino non sono indagati).

Le società

Le 10 società che i magistrati riconducono al politico sotto processo sono invece Spem Srl (che possiede un patrimonio immobiliare di oltre 11 milioni di euro), Ticino Srl (proprietaria di alcuni immobili a Igea Marina e del tristemente noto ‘ecomostro’ di via Gallarate; tale società ha incorporato Le Ginestre Srl – già proprietaria di palazzo Taverna – e Suisse Srl), Immobiliare Vigevanese Srl (di cui il politico è socio al 75%, il restante 25% è della moglie Marinella Restelli), Mare Srl e Biancomare Srl (amministrate dal cognato di Mantovani, Maurizio Restelli), Luvi di Mantovani Vittoria Sas (nessuno dei due è indagato), Sodalitas Service Srl e Opera Pia Castiglioni Srl (che ha costruito la casa di riposo).

Le associazioni

Infine, troviamo 3 associazioni, non coinvolte nell’inchiesta: Amici della Fondazione Mantovani, Amici della Opera Pia Castiglioni e GS Arconatese (la squadra di calcio del paese, che milita in serie D).

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO