Malasanità – “Nel reparto nascite impianti sporchi e fuori uso”

ospedale magenta reparto nascite sotto accusa
L'ospedale Fornaroli di Magenta, dove è scoppiato il caso delle mancate manutenzioni agli impianti del reparto nascite.

Ospedale di Magenta, nel Milanese, sotto accusa. Un padre denuncia che, nella stanza dei neonati, gli impianti di condizionamento non funzionano. Poi aggiunge: “Ne ho aperto uno, trovando i filtri sporchissimi di polvere e quant’altro”. L’azienda: “Manutenzione settimana scorsa”

6 AGOSTO 2017

di Redazione

MAGENTA (MILANO) – “Buongiorno a tutti, voglio denunciare un fatto gravissimo che sta succedendo all’ospedale di Magenta (nel Milanese, ndr)”. Comincia così lo sfogo di un padre su Facebook, volto a denunciare una situazione di degrado e incuria in una dei settori più delicati di un nosocomio, quello dei neonati.

I fatti

Secondo quanto riferito dal genitore, nel reparto nascite, “gli impianti di condizionamento non sono funzionanti”. Di più, continua adirato questo papà: “Apro quello della stanza dove mia figlia e altre due splendide bambine assaporano le prime ore di vita e trovo i filtri sporchissimi di polvere e quant’altro. È uno schifo che in un reparto con creature appena nate si debba respirare batteri e tutto quello che i condizionatori buttano fuori”. Il genitore, con l’aiuto di un altro padre che ha assistito alla scena, ha deciso di ripulire tutto, senza omettere di lamentarsi con il personale dell’ospedale.

Il giallo delle manutenzioni

Chi deve eseguire le manutenzioni periodiche agli impianti? L’ex Asl Milano 1, da cui l’ospedale ‘Fornaroli’ di Magenta dipende, affida costosi incarichi a ditte specializzate. Dunque, cosa non ha funzionato? “Chi lavora in reparto – continua l’autore di questa pubblica denuncia – ci ha detto che gli impianti sono stati controllati settimana scorsa“. Se questo è vero, saremmo di fronte a un incredibile atto di irresponsabilità, perché vorrebbe dire che chi doveva eseguire le manutenzioni ha dichiarato di averlo fatto, quando invece non è così.

L’auspicio e il controllo

L’obiettivo del papà che ha sollevato il caso è uno soltanto: “Spero che, in questo modo, la cosa si risolva adesso, non tra un mese. E che la ditta manutentrice venga sbattuta fuori. Oggi e domani sono in reparto per vedere se arriva qualcuno. Se così non sarà, presenterò formale denuncia”. Segue appello ai cittadini che, per varie ragioni, frequentano l’ospedale: “Condividete questo post e se non ci credete, fatevi un giro per i reparti”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO